Progetto didattico fotografico di Melina Mulas

Continua il progetto didattico di fotografia SCATTA QUALCOSA curato da Melina Mulas, rivolto agli studenti delle scuole superiori della città.
Dopo l’esperienza coinvolgente e creativa dello scorso anno, ispirata ai colori e ai luoghi più rappresentativi della città di Mantova, nell’edizione 2017 si darà risalto all’importante tradizione culinaria della città.

In linea con il progetto #EATMANTUA, che riporta il cibo e i gesti della sua preparazione e del consumo al centro di un rituale sociale più ampio, SCATTA QUALCOSA guarda nella medesima direzione e indaga l’identità, la storia, la tradizione e i valori della terra mantovana traducendo il settore enogastronomico in reportage fotografico.

Melina Mulas chiederà agli studenti che aderiranno all’iniziativa di procedere su tre binari: uno pensato sull’indagine dei luoghi in cui vengono prodotte, coltivate e lavorate le materie prime (dalle cascine alle piccole aziende agricole, cantine e vigneti, caseifici, allevamenti, frutteti ecc…); l’altro sulla selezione di piatti tipici della cultura mantovana, anche riadattati e reinterpretati in chiave contemporanea, e fotografati in modo che l’immagine consista in un cerchio con al suo interno la pietanza (il primo piano del piatto ripreso dall’alto, come fosse un mandala); in questo caso il formato sarà necessariamente quadrato e la fotografia dovrà essere accompagnata dalla relativa ricetta che i ragazzi stessi dovranno fornire, con l’aiuto delle nonne, madri o figure significative nel loro rapporto con il nutrimento, l’alimentazione, la tavola; il terzo è focalizzato sulla frutta (melograno, mela, pera), soggetto fotografico che offre grandi possibilità di sviluppo a partire dal suo rapporto con la luce e la forma.

Nei secoli la cucina mantovana ha fatto storia e rappresentato una delle più apprezzate forme di creatività artistica. Con la collaborazioni dei giovani studenti di Mantova, il Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te ha l’obiettivo di realizzare una documentazione del rapporto tra Mantova e la propria tradizione culinaria. Con un approccio all’immagine di natura ambientale-paesaggistica e documentaria, saranno messi a fuoco i luoghi della produzione che, insieme alle fotografie di una selezione di piatti, creeranno un prezioso e inedito ricettario illustrato.

Il progetto si concluderà con l’esposizione delle foto nei Tinelli di Palazzo Te. La mostra verrà inaugurata il 16 dicembre 2017 e rimarrà gratuitamente aperta al pubblico fino a domenica 28 gennaio 2018.

PERIODO DI SVOLGIMENTO
Dalla seconda metà di maggio a dicembre
SCADENZA INVIO DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
15 maggio 2017
LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA

MELINA MULAS

è nata a Milano, dove vive e lavora. Specializzata in ritratto, fotografia d’interni, fashion e teatro, è docente alla NABA e al Politecnico di Milano e tiene laboratori di fotografia, oltre ad aver collaborato con diverse riviste per campagne pubblicitarie. Dal 1985 cura le numerose mostre relative al lavoro del padre con l’Archivio Ugo Mulas. Risalgono al 1991 i primi rapporti con il Governo tibetano in esilio in India per la realizzazione del libro “Il Terzo Occhio”, una collezione di ritratti dei più importati Lama. Continuando l’opera di documentazione della cultura tibetana, è contestualmente impegnata in una raccolta di istantanee realizzate da fotografi italiani, destinata a Dharamsala, sede dell’Amministrazione centrale tibetana.
Guarda il video dell’inaugurazione della mostra COLORI a Palazzo Te con gli scatti realizzati dai partecipanti della scorsa edizione del progetto
PROMOSSO DA

loghi promossi