CONVERSAZIONE CON GRAZIANO DE GIORGIO
Evento del public program della mostra “Carlo Zinelli. Visione Continua”

Le parole, il discorso verbale possono esprimere tutto? O vi sono esperienze che le parole non riescono a veicolare, né a farci sentire?

Il contatto con le realtà umane più profonde, ci dice la psicoanalisi, provoca  eccitazione ed emozioni che  vanno dal piacere al sollievo fino all’ angoscia e al terrore.  I sogni e le fantasie possono creare uno schermo che protegge dall’incontro  ravvicinato con sentimenti troppo intensi e dal perturbante di freudiana memoria.

La stessa funzione ce l’hanno le opere d’arte e le produzioni artistiche: dalle arti visive, al cinema, alla parola letteraria, alla musica. La creatività umana prende forma conoscibile e comunicabile nei sogni e nelle fantasie così come nelle rappresentazioni artistiche.  Queste costituiscono il respiro della psiche, e permettono l’avvio di un lavoro di elaborazione e di trasformazione dei materiali psichici grezzi perché, come i sogni e le fantasie, sono portatrici di elementi inconsci universali.

Sono quindi i linguaggi dell’arte, nelle varie forme espressive, a suggerirci sentieri nuovi per avvicinarci alla lingua segreta della psiche.

VISITA LA PAGINA DELLA MOSTRA

DATA
28.03.2019

ORE
18.00

INGRESSO
Aperto al pubblico