Realtà virtuale

Grazie ad un attento studio della documentazione storica e all’esperienza nell’applicazione delle ultime tecnologie nel settore dei beni culturali, si è deciso di offrire al pubblico una postazione di realtà virtuale che consentirà all’utente di intraprendere un viaggio con Giulio Romano nella storia del palazzo.

In post-produzione sono state elaborate le immagini raccolte di tutti gli spazi, divise per layer e attraverso la motion grafica: i disegni di Giulio Romano hanno così ripreso vita e volume.

Per fare un esempio, l’affresco che ritrae Palazzo Te della sala di Ovidio è stato elaborato in un’immagine immersiva a 360° che, conservando la texture e le pennellate dell’autore e rispettando la documentazione storico-artistica, permette di entrare nel dipinto e di sentirsi parte del paesaggio ivi rappresentato: barche, personaggi e alberi mossi dal vento. Nella Camera dei Giganti è stato fatto un lavoro analogo di animazione degli affreschi  presenti sulle pareti: Zeus che lancia saette dall’Olimpo è stato animato e ridisegnato in ogni singolo frame, seguendo i disegni originali e i colori. Si è dato vita alla storia e all’essenza dell’affresco di Giulio Romano grazie ad un lavoro meticoloso di circa venti secondi, ridisegnando nuovamente una ad una le 600 scene che lo compongono. In post-produzione poi il tutto è stato elaborato e animato, come avviene nei grandi capolavori della Pixar, per arrivare ad un’immersione totale nella scena maestosa e tragica della caduta dei Giganti.

Grazie alla tecnologia di realtà virtuale il visitatore potrà vedere il progetto originario di Giulio Romano nello studio dei suoi disegni. L’elaborazione 3d delle mappe e delle planimetrie permette di vedere Palazzo Te  come apparve ai visitatori dell’epoca, prima che l’uomo, la storia e il tempo modificassero le sue strutture e il paesaggio insulare che lo circondava.

Inoltre, per la prima volta in progetti di heritage, la realtà virtuale si accompagnerà ad effetti sonori a 360° così da immergere completamente il visitatore e trasportarlo nel tempo, nei suoni e nello spazio alla scoperta di questa meraviglia, Palazzo Te.

Applicazione di realtà aumentata

È un’applicazione di realtà aumentata di ultima generazione in continuo divenire (i contenuti multimediali e di realtà aumentata saranno aggiornati progressivamente) che permette di scoprire, conoscere e restare sempre connessi con Palazzo Te.

L’app, disponibile su Google Play e su App Store, consente un’interazione con il museo anche da casa, comodamente seduti sul proprio divano. È infatti previsto un canale aperto al pubblico che offre informazioni utili e una sezione news. Ad oggi, sono state progettati quattro punti di realtà aumentata che permettono di conoscere i percorsi e le sale di Palazzo Te.

La realtà aumentata sarà proposta in quattro sale del palazzo in un progetto implementabile nel tempo.

Si comincia con la Camera del Tiziano, poi la Camera delle Imprese, la Sala dei Cavalli e la Camera di Amore e Psiche.

  • Camera del Tiziano

Inquadrando il plastico (che ricostruisce il palazzo come appare oggi) si attiveranno diversi focus e approfondimenti:

    • sarà possibile vedere la planimetria dell’edificio e la dislocazione degli ambienti principali;
    • saranno evidenziati i servizi per il pubblico e la loro collocazione (caffetteria, bookshop …);
    • come approfondimento, il fruitore potrà visualizzare una simulazione 3d del Palazzo, come Giulio Romano realizzato prima delle modifiche settecentesche, e conoscere l’evoluzione architettonica nel tempo: gli elementi oggi scomparsi, modificati, restaurati.
  • Camera delle Imprese

Dopo un’introduzione tecnica e tematica, il visitatore potrà utilizzare la fotocamera del proprio dispositivo per scoprire le imprese affrescate sulle pareti, la loro storia e il loro significato intrinseco. Sarà possibile così scoprire il significato della Salamandra, del monte Olimpo, del Boschetto e di altre imprese che Federico II Gonzaga scelse per rappresentarsi.

  • Sala dei Cavalli

Inquadrando le pareti di questo importante ambiente, punto di raccordo tra interno ed esterno del palazzo, sarà possibile accedere a vari approfondimenti.

Verrà svelata la finzione delle strutture architettoniche dipinte, delle lesene corinzie così come delle grandi finestre che aprono a paesaggi immaginari. Sarà inoltre possibile comprendere l’importanza dei cavalli gonzagheschi allevati sull’isola del Tejeto dove sorge il palazzo.

  • Camera di Amore e Psiche

Una traccia  virtuale guiderà il visitatore alla scoperta dell’apparato decorativo della stanza.  Sarà possibile  ricostruire la narrazione della favola di Amore e Psiche dipinta sulla volta ad olio e sulle pareti a fresco. Il fruitore  potrà così riconoscere i protagonisti del ciclo pittorico, le loro storie, i loro amori, nonché individuarne  le fonti letterarie.

Tutto ciò è stato possibile grazie a un attento e meticoloso lavoro di studio svolto da Visivalab sotto la guida scientifica della Fondazione Palazzo Te.

Più di trenta persone hanno lavorato alla realizzazione dei prodotti multimediali.

I luoghi del palazzo sono stati riprodotti in alta definizione con oltre settemila fotografie, realizzate  con sistemi all’avanguardia per riprodurne fedelmente i colori e per esaltarne lo splendore e la forza.

ORARI
lun 13.00/19.30
mar-dom 9.00/19.30

Da domenica 27 ottobre
lun 13.00/18.30
mar-dom 9.00/18.30
chiuso il 25 dicembre

il servzio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura.

BIGLIETTERIA
T +39 0376/323266

INFO E PRENOTAZIONI
T + 39 0376/1979020
giulioromanomantova.it

prenota online