Sonografie è un progetto di ricerca, avviato nel 2018 con il maestro Leonardo Zunica e la collaborazione dell’Archivio Storico Ricordi. Il progetto riguarda il rapporto tra musica e pittura colto per il tramite della scrittura musicale e per la capacità della scrittura musicale di trasformarsi in immagine, disegno, rappresentazione visiva. Allo stesso modo in cui un dipinto può essere letto come uno spartito e quindi trasformarsi in musica.

L’indagine non intende quindi esplorare la collaborazione tra musica e pittura nel solco di una consuetudine che si avvale delle due arti per attivare specifiche emozioni o sentimenti, si parte piuttosto dal riconoscimento della reciproca irriducibilità, della differenza tra le due arti, che si istituisce in primo luogo sul piano del loro rapporto col tempo, lineare e sequenziale nella musica, addensato e simultaneo nella pittura.

Ma pur riconoscendo questa reciproca irriducibilità, anzi nello spazio da essa creato, il progetto esplora le metamorfosi, le transizioni, e gli imprevisti: la musica attraverso la sua scrittura diventa inevitabilmente icona e pittura, la pittura può diventare spartito e quindi generare musica. Insomma la ricerca si declina in sperimentazioni tese a mostrare come il dialogo sia sorgente istitutiva di ispirazioni e fertilità.

Nella prima edizione project room sono state messe a confronto le partiture musicali del Maestro Salvatore Sciarrino con le opere grafiche di Fiona Robinson.

La seconda edizione sarà inaugurata il 20 giugno con una serata di musica e arte a Palazzo Te. Il programma parte da un classico della tradizione avanguardistica del primo Novecento, ovvero i disegni di Vassilij Kandinskij realizzati per illustrare la suite Quadri di una esposizione di Modest Mussorsgkij, che sarà eseguita dal pianista russo Mikhail Rudy in un avvincente concerto “animato”. Passando per un puro momento musicale chopiniano con la pianista Sabrina Lanzi, si approderà al cuore di “Sonografie”: un dialogo tra i raffinatissimi campi cromatici di Sonia Costantini e la musica appositamente creata da Corrado Rojac e Luigi Manfrin ed eseguite al pianoforte da Leonardo Zunica e alla fisarmonica da Corrado Rojac.

Le opere di Sonia Costantini rimarranno esposte nell’Ala Napoleonica fino al 28 luglio.

Per alimentare il lavoro comune che sostiene il progetto di ricerca, lo scorso 6 dicembre si è deciso di invitare a Palazzo Te il professor Michele Dantini, uno dei più illustri studiosi di Paul Klee, curatore della mostra oggi esposta al Mudec di Milano. La riflessione di Michele Dantini ha introdotto alle intense riflessioni di Paul Klee sul rapporto tra musica e pittura. Riflessioni che per tutta la vita hanno ritmato e colorato la “bottega” magica del pittore che ha rappresentato l’“ultima istanza etica” della Bauhaus e di molta arte del Novecento.
Vai alla pagina della conferenza “Klee e la musica”.

DATE
20.06.2019 – 28.07.2019

SERATA DI APERTURA
giovedì 20 giugno 2019 | ore 21.00

Sala dei Cavalli | ore 21.00
QUADRI DI UNA ESPOSIZIONE
MIKHAIL RUDY | pianoforte e creazione video dai disegni originali di V. Kandinskij
musiche di M. Mussorsgkij
Loggia di Davide | ore 21.45
SABRINA LANZI | pianoforte
musiche di Chopin
Sala Napoleonica | ore 22.30
SONOGRAFIE II
opere di SONIA COSTANTINI
musiche di CORRADO ROJAC | LUIGI MANFRIN
LEONARDO ZUNICA | pianoforte
CORRADO ROJAC | fisarmonica
La serata fa parte del programma di ETEROTOPIE PIANO FESTIVAL 2019 (18 – 22 giugno) organizzato da Diabolus in Musica nell’ambito della stagione concertistica MantovaMusica.

ORARI ESPOSIZIONE
lunedì h 13.00 – 19.30
da martedì a domenica h 9.00 – 19.30
(chiusura biglietteria h 18.30)

BIGLIETTERIA
T +39 0376 323266

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
PER L’ITALIA E L’ESTERO
T + 39 041 2719013
M info@palazzote.org

PRENOTA ONLINE

DOWNLOAD

  • Cartella stampa (3 MG)
  • Immagini
  • Installation views 1
  • Foto conferenza stampa e preview Palazzo Te
Visita la pagina dell’edizione precedente